“Mamma, mentre sono in vacanza, puoi andare a casa mia ad annaffiare le piante? Altrimenti si seccano!” Quante volte avete fatto una richiesta del genere alla mamma o alla vicina di casa! Ma da oggi potete partire tranquilli, senza preoccuparvi, perché è arrivato Parrot Pot, un vaso intelligente che si controlla da smartphone o tablet tramite bluetooth. Pot sa riconoscere la qualità del suolo e può dosare acqua e fertilizzante. Tramite l’app dedicata si può ottimizzare la cura di ogni specie di pianta e si può gestire l’automazione del vaso.

Parrot Pot, il vaso che annaffia le piante da solo.

Una delle caratteristiche più interessanti di Parrot Pot è che può rilevare con dei sensori lo stato di salute della pianta e avvisarvi delle sue necessità tramite notifiche sullo smartphone: ad esempio può rilevare il livello di umidità del terreno, la temperatura ambientale, il fertilizzante e l’intensità della luce.

Parrot POT è dotato di un sistema di irrigazione intelligente. Il metodo d’annaffiatura “Perfect Drop” si adatta giorno dopo giorno al fabbisogno d’acqua della vostra pianta. Dopo alcuni cicli, Parrot POT arriva a capirne le necessità e regola automaticamente il consumo d’acqua. In tal modo, la pianta riceve la quantità d’acqua giusta al momento giusto e cresce sana.
Parrot POT è in grado di gestire l’annaffiatura della piante in autonomia per un mese grazie alla modalità “Plant Sitter”. Parrot POT mantiene in vita la vostra pianta regolando la quantità d’acqua che riceve. Così al vostro ritorno la ritroverete sana come l’avevate lasciata.
Riceverete inoltre consigli e avvisi specifici quando uno di questi elementi scarseggia o deve essere modificato.

Alimentato da 4 pile AA, Parrot POT è autonomo e wireless. Mettetelo in salotto, sul balcone o in ufficio: farà figura dappertutto! In più, grazie al rivestimento rigido in ABS con trattamento anti-UV, necessita di una manutenzione minima.

Le dimensioni di Parrot Pot sono 20,5 cm x 31,2 cm, il serbatoio d’acqua contiene 2,4 litri ed è disponibile nei colori Ardesia, Mattone e Porcellana.

 

Post correlati

18 Risposte

  1. Meggy Fri

    Ale ma questa è davvero un’idea geniale…direi che è perfetta per una come me che il pollice verde deve ancora raggiungerlo, in questa maniera forse le piante riusciranno a sopravvivere..Prendo appunti!

    Rispondi
  2. Greta

    Che bello, ne devo acquistare un po….. mio marito solitamente si dimentica sempre di dare l’acqua alle piante quando non ci sono….. 🙂

    Rispondi
  3. Lalj

    Che genialata! Io sono xapace di dar morire una pianta da un giorno ad un altro…fugurati se parto per una vacanza!! A che cosa è arrivata la tecnologia?!
    Lalu

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata