Come tutti sappiamo fumare fa male alla salute, sia fisica sia mentale. All’inizio fumare una sigaretta può far sentire grandi. Di solito inizia così per gioco, magari per non sentirsi inferiori agli altri, poi diventa un’abitudine, un bisogno, fino a trasformarsi in una vera e propria dipendenza.
Ma il fumo non danneggia solamente la persona che fuma, bisogna fare i conti anche con gli effetti del fumo passivo, che non sono meno dannosi di quelli del fumo aspirato direttamente dalla sigaretta. I fumatori dovrebbero pensare che non hanno alcun diritto di rovinare la vita degli altri, soprattutto se si è genitori bisognerebbe fare attenzioni ai bambini. Non basta aprire le finestre, fare areare la stanza o fumare alla finestra per liberarsene. Le tossine liberate dalle sigarette si attaccano alla pelle, ai capelli e ai vestiti dei fumatori, fino a essere in qualche modo assimilate da chi vive insieme a loro, come i bimbi che condividono la stanza da letto con i genitori fumatori. Nel loro sangue un gruppo di ricercatori spagnoli ha trovato livelli di nicotina tre volte superiori a quelli dei figli che riposano in altre stanze.
Vi siete mai chiesti cosa pensano i vostri figli quando fumate? Matteo Viviani, storico inviato del programma Le Iene ha intervistato dei bambini figli di fumatori. Durante l’intervista i genitori ascoltano nella stanza accanto scoprendo cosa pensano i loro figli di loro e del loro vizio.
Dall’intervista è emerso che c’è chi evita di baciare il papà perché sa di tabacco, chi è cosciente che le sigarette siano dannose per i genitori e per questo si preoccupa. Ma quale potrebbe essere la soluzione?
La migliore soluzione e la più ovvia è sicuramente smettere di fumare. Ma se non si riesce a smettere si potrebbe utilizzare l’ e-cig con liquidi senza nicotina che riduce drasticamente i rischi per la salute e, di sicuro, non provoca disgusto ai bambini.

Vaporart è un’ottima soluzione. Si tratta di un’azienda produttrice di liquidi aromatizzati per vaporizzatori personali (ex sigarette elettroniche) con produzione completamente Made in Italy. L’azienda è tra i primi produttori di liquidi aromatizzati, sia in versione “pronto” sia negli aromi concentrati più adatti alla clientela amante del “fai da Te”.  I liquidi utilizzati sono di purezza di grado farmaceutico, sono stati analizzati presso il laboratorio di Tossicologia Forense di Milano e altri laboratori certificati. I risultati dimostrano che l’utilizzo di vaporizzatori personali abbinati a liquidi senza nicotina sono di gran lunga meno nocivi rispetto al consumo di sigarette tradizionali. Matteo Viviani, nel servizio per Le Iene, dopo le analisi a campione ha dimostrato che tutti i liquidi vaporizzatori acquistati con e senza nicotina, non contenevano concentrazioni di metalli pesanti tali da poterli ritenere dannosi. Quindi l’utilizzo di liquidi Vaporart senza nicotina per mezzo del vaporizzatore elettronico (e-cig) può aiutare i fumatori di sigarette tradizionali a diminuire di fumare se non addirittura di smettere. Pensiamoci bene, perché i genitori potremmo essere noi e quei bambini potrebbero essere i nostri.



Post correlati

17 Risposte

  1. michy px

    Li conosco bene questi prodotti e sono ottimi, sono due anni che ho lasciato le puzzolenti sigarette e sono passate all’elettronica, tutta un’altra cosa…..

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata