In un momento di profonda crisi economica e di grande attenzione alle mode eco-friendly, poco costose ma anche rispettose della natura, ecco che il trend del DIY è diventato a tutti gli effetti il più seguito in molti paesi, Italia compresa. Ma in cosa consiste il DIY? Si tratta della sigla che indica il Do It Yourself, ovvero quello che da noi è conosciuto come il classico arredamento fai da te, e consiste nell’utilizzare materiali riciclabili poco costosi, o che si hanno già in casa, per realizzare l’arredamento non solo della propria abitazione, ma anche di feste importanti come i compleanni, il Natale e persino i matrimoni.

Non si tratta, però, di una semplice attività di riciclo: il DIY, infatti, è diventata una vera e propria tendenza, una moda che sempre più persone seguono per essere trendy e al tempo stesso fare la propria parte per aiutare l’ambiente. Non è un caso che in Italia stiano emergendo sempre più i negozi dedicati all’arredamento fai da te, come LeroyMerlin.it; grazie a loro, chiunque ha la possibilità di acquistare, direttamente da casa, complementi d’arredamento realmente economici e modulabili. Così da avere anche la soddisfazione di dire ai propri ospiti: ecco, questo l’ho fatto io con le mie mani. Vediamo insieme come potrete trasformare la vostra casa in un ambiente arredato con il DIY.

Arredare la propria casa con oggetti strani, riciclati per l’occorrenza e molto particolari, potrà farvi ottenere due vantaggi: una casa unica e completamente personalizzata, e lo stupore di chi verrà a trovarvi e si troverà di fronte delle soluzioni davvero originali, ma al tempo stesso economiche e rispettose dell’ambiente. Un esempio? Potreste utilizzare le serrature a maniglia delle vecchie porte per realizzare degli splendidi porta-asciugamani in bagno: un’idea a costo zero, divertente e anche di classe, perché utilizzerete un oggetto antico, con una storia alle spalle che lo renderà ancor di più inimitabile. E se poi non amate avere apparecchi elettronici in bella vista, ma detestate l’idea di coprirli con sportelli in lamiera o altro, potete semplicemente prendere delle tele, dei dipinti e fissarli con dei cardini, così da ottenere uno sportello bello da vedere e facile da utilizzare.

Volete davvero lasciare di sasso i vostri ospiti? Allora non potrete non amare questa idea di arredamento DIY: prendete i cassetti da una vecchia scrivania o da un mobile che non usate più, dipingeteli con colori allegri (e naturali) e fissateli alle pareti. Così facendo, avrete ottenuto dei particolarissimi porta-vasi da riempire a piacimento con piante, soprammobili e ninnoli vari. Non solo sfrutterete qualcosa che avete già in casa e non utilizzate più, ma lo farete in un modo così particolare da colpire chiunque poserà lo sguardo sulle vostre nuove mensole. Lo stesso ragionamento potrete farlo con un vecchio porta-cd di legno, che potrà essere trasformato nel vostro mobiletto da bagno per riporre spazzolini, dentifricio, saponi e creme. Infine una soluzione che vi eviterà di utilizzare deodoranti di dubbia provenienza in bagno: prendete dei rami di eucalipto, appendeteli sotto la doccia e aspettate che il calore dell’acqua calda diffonda un’essenza meravigliosa e completamente naturale nell’ambiente.

Post correlati

56 Risposte

  1. Eli

    Amo queste idee! Poi in questo periodo di regali, si possono creare davvero cose uniche con un po’ di creatività!

    Rispondi
  2. Rebeca

    I love crafts, recycling, I think it’s great to transform one thing and prolong its life, and contribute to the planet relaxes me, so this kind of business always called my attention because they have every wonderful thing!

    Rispondi
  3. Sara

    quelle candele circondate dalla cannella le avevo fatte e sia l’effetto che il profumo erano fenomenali!

    Rispondi
  4. Annamaria

    Molte idee bellissime! Io amo decorare e realizzare lavoretti per la casa.
    Ho scoperto da poco il tuo blog, mi piace davvero moltissimo! 🙂 Complimenti, sono una tua nuova lettrice. Se ti va passa a vedere il mio blog, ne sarei felice! A presto peonynanni.blogspot.it

    Rispondi
  5. Tonia Salomè

    Mi piace molto questa tendenza, personalmente ho realizzato l’albero di Natale usando chiodi, martello e luci, era la prima volta ma il risultato è di grande effetto! Certo bisogna considerare anche il rischio che si può correre facendo da se: che venga fuori qualcosa di brutto!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata