Per un impeccabile trucco viso, dobbiamo imparare ad usare il correttore, un cosmetico che può diventare il nostro miglior alleato di bellezza. A patto di scegliere quello giusto per la nostra pelle(e per le nostre specifiche imperfezioni) e di saperlo applicare alla perfezione. In genere associamo l’uso del correttore ad un inestetismo preciso, ovvero le occhiaie e le borse. In realtà, seppur efficace per “camuffare” proprio questo problema, un buon correttore ci è utile anche per coprire molti altri piccoli difetti, ma anche semplicemente per illuminare zone del volto in ombra e uniformare l’incarnato. Vediamo i diversi tipi di correttori in commercio e come scegliere e applicare proprio il prodotto che fa al caso nostro.
Correttore compatto
Il correttore compatto è simile, per texture, ad un ombretto in polvere, o ad una cipria. Lo troviamo in un unico colore e si applica con un pennellino inumidito, stendendo poco prodotto sulla zona da coprire. Si adatta più o meno a tutte, e ha come caratteristica quello di essere disponibile in diversi colori, ognuno dei quali adatto ad un diverso inestetismo della pelle. Ad esempio, il correttore verde è ideale per coprire o mimetizzare arrossamenti e couperose, quello color arancio vivo è perfetto per coprire le occhiaie che tendano al viola-bluastro, mentre quello violetto serve per “scaldare” un incarnato troppo terreo o olivastro.
Correttore in crema
Il correttore in crema è consigliato alle pelli mature, perché non secca la pelle e aiuta, così, a non enfatizzare rughe e rilassamento cutaneo. E’ ottimo per illuminare i punti scuri del viso, come le pieghe intorno alla bocca.
Correttore in stick
Il correttore in stick è decisamente il più pratico. Si stende come un rossetto, lo troviamo in diverse gradazioni di colore, da scegliere in base al nostro incarnato, e ci permette una buona copertura delle imperfezioni, come ad esempio piccole macchie e brufoletti.
Correttore fluido
Terminiamo con il correttore, fluido, che è sicuramente il più leggero di tutti. E’ consigliato a chi non abbia grandi imperfezioni da camuffare, e alle pelli delle giovanissime, perché il risultato che ci permette di ottenere è molto naturale. Aiuta sicuramente ad illuminare e rendere più omogeneol’incarnato.
Come applicare il correttore
Come si applica il correttore? Dopo aver scelto il nostro prodotto ideale, non ci resta che passare alla pratica. Partendo dal viso perfettamente pulito e idratato, e prima di stendere il fondotinta, dobbiamo decidere in quali zone del volto vogliamo usare il correttore, e per quale scopo. La zona da coprire dovrà essere quanto più circoscritta possibile (ad esempio la zona delle occhiaie, ma non oltre, oppure la scia delle couperose e non la pelle intorno). Dobbiamo applicare il prodotto con il pennellino o con le dita (o direttamente, se è in stick) e picchiettarlo con i polpastrelli fino a completo assorbimento.
La zona trattata deve apparire uniforme, non rilevata rispetto al resto del viso (occhio all’effetto “macchie di leopardo”) e pronta per ricevere il fondotinta. Prima di passare all’applicazione di quest’ultimo, però, potete passare appena un velo di cipria sull’area truccata con il correttore, senza eccedere per non creare un “mastice” antiestetico. La cosa migliore è sempre quella di provare e riprovare a casa quando non abbiamo occasioni di uscita immediata. In questo modo prenderemo la mano e riusciremo a ottenere, affinando la nostra tecnica e imparando dai nostri errori, esattamente l’effetto ci copertura che volevamo.
For a flawless face makeup, we must learn to use a concealer, a cosmetic that can become our best ally of beauty. As long as you choose the right one for your skin (and our specific imperfections) and know to apply perfectly. Usually associate with the use of a blemish concealer precise, or dark circles and bags. In fact, while efficient to “disguise” it is the problem, a good concealer there is also useful to cover many other small defects, but also simply to highlight areas of the face in shadow and even out the complexion. We see different types of correctors on the market and how to choose and apply just the right product for us.
Compact Concealer
The corrector compact is similar, for texture, to a powder eyeshadow, or a powder. We find it in a single color and is applied with a wet brush, spreading the product on the area to be covered. Adapts more or less to all, and has as a characteristic to be available in different colors, each suited to a different skin blemishes. For example, the green corrector is ideal for covering or camouflaging redness and rosacea, the bright orange is perfect for covering dark circles that tend to violet-blue, while purple is used to “warm up” a sallow complexion too or olive.
Concealer cream
The concealer cream is recommended for mature skin because it does not dry the skin and helps, as well, to not emphasize wrinkles and sagging skin. It ‘great for illuminating dark spots of the face, such as wrinkles around the mouth.
Concealer stick
The concealer stick is definitely the most practical. It is laid out like a lipstick, is found in various color shades, to choose according to our flesh, and gives us a good coverage of imperfections, such as small spots and pimples.
Correction fluid
We end with the correction fluid, which is definitely the lightest of all. E ‘recommended for those who do not have great camouflage imperfections, and the skins of the young, because the result that we can obtain is very natural. It definitely helps to illuminate and make more omogeneol’incarnato.
How to apply concealer
How do I apply concealer? After choosing our product perfect, we just have to go to practice. Starting from the face perfectly clean and hydrated, and before applying the foundation, we have to decide in which areas of the face we want to use the spell, and for what purpose. The area to be covered must be as limited as possible (for example the area of ​​the dark circles, but not beyond, or the wake of the couperose and not the skin around). We need to apply the product with a brush or with your fingers (or directly if it sticks) and tap it with your fingertips until completely absorbed.
The treated area must appear uniform, not detected compared to the rest of the face (eye effect “leopard spots”) and ready to receive the foundation. Before moving on to the latter, however, you can just pass a veil of powder on the area made up with concealer, without exceeding not to create a “putty” ugly. The best thing is always to try again and again at home when we have opportunities for immediate exit. In this way, take my hand and we can get, refining our technique and learning from our mistakes, we cover exactly the effect we wanted.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata